La Baronessa di Carini e il Gattopardo


Add to Flipboard Magazine.

Al via una stagione incentrata sulla grande tradizione letteraria siciliana Martedì 15 febbraio 2011, a Capo D’orlando, la Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella promuove una giornata di studi su “La Baronessa di Carini”, con una conferenza e una doppia mostra di incisioni.

Alle 10 è in programma la lectio magistralis del professor Aurelio Rigoli sul tema “La Baronessa di Carini – Una storia infinita”. Alle 11.30 saranno inaugurate le mostre di incisioni di Francesca di Carpinello “La Baronessa di Carini”, e “Il Gattopardo”, con introduzione di Gioacchino Lanza Tomasi. Intervengono il presidente della Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella, Carmelo Romeo, il drammaturgo Aurelio Pes e il giornalista e scrittore Alberto Samonà. Ingresso libero.

A cura di Aurelio Pes, in collaborazione con il Liceo “Lucio Piccolo” di Capo d’Orlando. Nel corso della giornata, si mostrerà come il popolo siciliano di fronte al delitto della Baronessa, abbia sempre preso le difese della donna, non parteggiando mai per l’uomo offeso nell’onore, ma per la vittima e per l’amore che ha portato la Baronessa alla morte. Nell’immaginario collettivo il marito rappresenta, infatti, la forza buia e cieca rispetto alla bellezza, alla passione e all’amore. Dall’introduzione dei temi della Baronessa di Carini e del Gattopardo, la Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella incomincia una riflessione sulla grande tradizione letteraria siciliana, dal romanzo popolare, fino a Tomasi di Lampedusa e alla poesia di Lucio Piccolo. La mostra di incisioni resterà aperta dieci giorni.

 



Devi essere registrato per inviare un commento Entra o registrati