Il mistero del baco da seta dalla Cina a Susegana


Add to Flipboard Magazine.

La misteriosa metamorfosi del baco in farfalla all’interno del suo morbido bozzolo sta alla base di un’attività che ha influenzato l’economia e la cultura veneta per oltre un secolo. Ed è proprio per celebrare la memoria di questo patrimonio storico e culturale così connesso con la storia dei Collalto a Susegana, ai quali faceva capo un vero e proprio Istituto Bacologico, che la cantina Conte Collalto parteciperà venerdì 28 ottobre ad un’iniziativa, promossa all’interno del festival “Veneto: Spettacoli di Mistero” dedicata in particolare ai ragazzi delle scuole primarie di Susegana, Conegliano e dintorni.

 

 

LA LEGGENDA: Un’antica leggenda cinese narra di una principessa di nome Xi Ling Shi che un giorno, mentre stava prendendo il tè all’ombra di un gelso, trasse da un umile baco un luminoso filamento, divenendo così in seguito la mitica Imperatrice della seta. Il mistero del filo di seta fu custodito gelosamente dall’Impero Cinese per millenni pena la morte per chi ne avesse svelato il segreto, finché degli astuti monaci bizantini non riuscirono a trafugare alcune uova di farfalla e semi di gelso nascondendoli nel cavo dei propri bastoni e importandoli così in Europa introducendo la bachicoltura nel vecchio continente.

IL PROGRAMMA: Alle ore 16 si potrà partecipare ad una visita guidata della storica cantina gestita oggi dalla Principessa Isabella Collalto de Croÿ, figlia primogenita del Principe Manfredo di Collalto, durante la quale sarà esposta la documentazione dell’archivio storico sulla sericoltura. Alle 18 nell’Hotel Astoria di Susegana, ex-stabilimento bacologico, i partecipanti potranno assistere ad una rievocazione storica dedicata alla “Via della seta” e visitare l’accurata esposizione di bachi da seta nelle varie fasi della loro vita. La visita sarà completata da una mostra fotografica e documentaristica sulla bachicoltura nel ‘900. Infine al Ristorante Casa Coste (a Susegana), che si trova dove un tempo c’era il deposito dei bozzoli di seta, si concluderà l’incontro alle 20 con una cena ambientata sul tema del baco da seta e l’animazione musicale con i canti delle operaie dell’istituto bacologico. L’iniziativa è ad ingresso libero, ad esclusione della cena per la quale è gradita la prenotazione (costo cena 25 euro. Tel. 0438.980094).



Devi essere registrato per inviare un commento Entra o registrati