Letto per voi: Il DNA incontra Facebook


Add to Flipboard Magazine.

Di libri sulla genetica ce ne sono molti, sia specialistici che divulgativi, ma quello del biologo e giornalista scientifico Sergio Pistoi è scritto con un taglio unico perchè non parla del nostro DNA ma usa come stratagemma narrativo il proprio. Mi spiego, racconta il viaggio che si può affrontare con un pc, una teastiera e poche gocce di saliva per avere la propria mappatura del codice genetico in poche settimane e con poche centinaia di dollari. Pistoi quindi esplora le possibilità della tecnologia che permette a ciascuno di sapere le caratteristiche genetiche, la predisposizione alle malattie e sul rischio futuro di ammalarsi. E’ l’alba della genomica di consumo, il DNA fai da te, con un kit sterile e un bastoncino di cotone. Semplice ma dalle implicazioni ancora poco note. E allora Pistoi invece di raccontare una storia che gli riferiscono decide di raccontare la propria e di condirla con i suoi dubbi, le sue incertezze. Isomma, un libro di prima mano in cui il coraggioso autore sfida la possibilità che il responso e quel codice gli sveli informazioni che non vuole necessariamente conoscere. “Mentre proseguivo comodamente la mia routine quotidiana, il campione di saliva che avevo spedito nella provetta etichettata con un codice a barre ha attraversato l’oceano”. E allora di fronte a questa possibilità si oscilla tra la curiosità e la rimozione, tra la predizione e la cecità. Oltre all’attesa del responso Pistoi ne approfitta per raccontare sia la storia della genetica umana che lo stato dell’arte e da bravo giornalista trasforma la sua avventura in una inchiesta a beneficio del lettore. Indaga, chiede, domanda, studia, cerca certezze e valuta le incongruenze, anche quelle etiche come ad esempio la possibilità che i propri dati genetici siano usati contro le persone, come forma di discriminazione, ad esempio nel caso di datori di lavoro che rifiutino di assumere persone che potranno essere malate in un futuro prossimo. Un genoma da solo è come un computer non connesso a internet: possiamo leggerlo quanto vogliamo ma se non lo confrontiamo con altri non potremo mai rilevare le differenze, in negativo o in positivo. E in questi termini anche l’annuncio della decifrazione dell’intero genoma nel Progetto omonimo, nato da una guerra tra istituti di ricerca, si ridimensiona: la ricerca è ancora in atto.

 

Sergio Pistoi

Il DNA incontra Facebook

Marsilio – I grilli

2012

euro 16,50

pp. 238



Devi essere registrato per inviare un commento Entra o registrati