Pescaturismo, mare in Italy


Add to Flipboard Magazine.

PESCATURISMOLiguria. Per vivere un turismo responsabile del mare c’è il pescaturismo, nato inizialmente come opportunità di integrazione del reddito dei pescatori e come progetto di riconversione ambientale per le aree marine protette.

Molto diversificata è la sua offerta turistica, che spazia da brevi escursioni lungo coste, lagune, laghi e fiumi, all’osservazione delle attività di pesca professionale, comprendendo anche la possibilità di effettuare attività di pesca sportiva, ristorazione a base di pescato a bordo di pescherecci o a terra e tutte le attività finalizzate alla conoscenza e alla valorizzazione dell’ambiente costiero. Oggi il pescaturismo si completa con l’ittiturismo, che integra l’offerta turistica dei pescatori con una serie di servizi a terra come l’ospitalità nelle caratteristiche abitazioni degli antichi borghi pescherecci, i servizi di ristorazione a base di specialità tipiche locali, le attività ricreative e culturali finalizzate alla corretta fruizione degli ecosistemi acquatici e delle risorse di pesca, nonchè alla valorizzazione di tutti gli aspetti socioculturali del mondo della pesca.

Attualmente sono circa una decina le cooperative liguri dedite alla pratica del pescaturismo, tra cui la Cooperativa 5 terre Pesca arl di Vernazza, la Cooperativa Pescatori di Chiavari 2013 arl e la Cooperativa Almaran di Genova.

Su iniziativa di Mare in Italy, l’associazione italiana che difende e promuove la cultura del mare, nei mesi di aprile e maggio la cittadina di Sestri Levanti ospiterà i laboratori del progetto “Mare che vai, pesce che… ritrovi!”, con alcuni appuntamenti già confermati come quello di domenica 28 aprile alle ore 17, all’interno della manifestazione “Passeggia e Assaggia”, e quelli di sabato 4 e 11 maggio e sabato 14, 21 e 28 settembre nel Punto di prima vendita del pescato in Piazzetta Cattani, in fondo al lungomare. www.mareinitaly.it



Devi essere registrato per inviare un commento Entra o registrati