Turismo. Briatore “Per gli stranieri l’Italia è un Paese pericoloso”


Add to Flipboard Magazine.

TORINO: FLAVIO BRIATORE IN TRIBUNALE COME PARTE OFFESA, COMPRO' UN QUADRO FALSO“Le acciaierie tra 6-7 anni non esisteranno più. L’unica azienda vera che abbiamo in Italia è il turismo. Non riesco a capire come mai nessun politico si concentri sul turismo”. A dirlo è Flavio Briatore, intervenuto a Nove in Punto su Radio 24. “Ma non abbiamo strategie – aggiunge a Radio 24  – qua si tira a campare: un anno mettono la tassa sulle barche, poi si inventano la tassa sulle spiagge. Non abbiamo regole e lo straniero vede l’Italia come un Paese pericoloso proprio perché è un Paese senza regole“. Poi lancia una proposta: “Dato che inizia la stagione turistica, dovrebbe esserci un decreto legge per dare uno sgravio fiscale a chi assume ragazzi in cassa integrazione. Sono convinto che gli operatori turistici potrebbero assumere centinaia di migliaia di persone, solo nella mia piccola organizzazione assumeremmo centinaia di persone in più, lo faremmo domattina. Però non si agisce”. Briatore ha venduto da poco la maggioranza del capitale della sua società, ma continua a guidarla: “Sicuramente gli investimenti sono rivolti al far east. Le prossime aperture sono Singapore, Dubai, Shanghai, Macao e anche Las Vegas, tra Cipriani e Billionaire” conclude a Radio 24.

[kaltura-widget uiconfid=”535″ entryid=”1_gdta97vf” width=”400″ height=”330″ addpermission=”” editpermission=”” /]



Devi essere registrato per inviare un commento Entra o registrati