Medicina e Rivoluzione di Giorgio Cosmacini


Add to Flipboard Magazine.

giorgio_cosmacini-bOggi abbiamo dimenticato che, tra il XVIII e il XIX secolo, Parigi fu il centro della medicina universale. In seguito, la medicina ha cessato di essere una scienza dell’uomo per diventare una confederazione di tecniche. Quale contromisura? Per rimediare agli eccessi di questo scientismo si auspica oggi il ritorno a quella “medicina della persona” che si affermò durante la Rivoluzione francese. Giorgio Cosmacini contribuisce qui a recuperare la memoria di un patrimonio ideale in gran parte dissipato o dimenticato, ricercando anche le cause e le conseguenze di tale perdita culturale.

Giorgio Cosmacini, medico e filosofo, è fra i più autorevoli storici della medicina. Nelle nostre edizioni ha recentemente pubblicato La medicina non è una scienza (2008) e La scomparsa del dottore (2013).

Scienza e idee
pp. 320 ca
Euro­ 25,00 ca



Devi essere registrato per inviare un commento Entra o registrati