Mozzarella, provola, fior di latte e ricotta: istruzioni per l’uso


Add to Flipboard Magazine.

mozzarella1

Italia. La mozzarella, sia di bufala campana o di latte vaccino, è uno dei prodotti più noti dell’enogastronomia italiana: un formaggio a pasta filata con alta umidità e contenuto di grassi. Come conservarla al meglio per mantenerne intatto il sapore e come consumarla? Ecco i consigli di Primotaglio.it, unico e-commerce del food specializzato nella produzione del freschissimo on demand, latticini inclusi.

Innanzitutto, se fresca e artigianale, la mozzarella va consumata entro due giorni dalla produzione e dall’acquisto. Inoltre, a differenza di quanto normalmente si creda non va posta in frigorifero, ma semplicemente in un luogo fresco. Questa regola vale anche per provola e fior di latte, che devono essere conservati a temperatura ambiente e non in frigo.

Non solo: 5 minuti prima di mangiare la mozzarella, è consigliabile immergerla con tutta la sua confezione in acqua calda, con una temperatura intorno ai 35°C/40°C. Il calore dell’acqua renderà la mozzarella morbida e gustosa.

Per assaporare al meglio fior di latte e provola è invece indicato immergere il sacchetto in acqua tiepida a 27° C/28° C per 10/15 minuti prima dell’uso.

Diverso il discorso per i formaggi cremosi come la ricotta, che vanno conservati in frigo e degustati freddi.

 



Devi essere registrato per inviare un commento Entra o registrati