Giardini d’Autore sceglie il Parco Federico Fellini di Rimini


Add to Flipboard Magazine.

Italia – Giardini d’Autore sceglie il Parco Federico Fellini di Rimini per la prossima edizione di primavera 2016. Una nuova location dove, il 18.19.20 marzo, si parlerà di giardino, di piante, di paesaggio, di territorio e di cultura del verde.

jardiniereGiardini d’Autore, l’ormai famosa mostra di giardinaggio con i migliori vivaisti italiani, sceglie lo storico parco Federico Fellini di Rimini per l’edizione primaverile in programma il 18,19,20 marzo 2016 . Giardini d’Autore apre la stagione delle mostre di giardinaggio in Italia riunendo i migliori vivaisti e collezionisti botanici italiani. Un appuntamento fisso per tutti gli amanti del giardino, un’occasione per reperire piante ed essenze rare e condividere la conoscenza della cultura del verde in tutte le sue forme ed espressioni. Nella prossima edizione di Giardini d’Autore si parlerà di piante, di giardino, di paesaggio, di arte, di territorio e di cultura.

Passeggiando a Parco Fellini sarà possibile reperire:  piante aromatiche e per l’orto, bulbi, semi, rose antiche e moderne, piante acquatiche, piante tropicali, frutti antichi, piante da ombra, e ancora arbusti insoliti a fioritura precoce primaverile, ellebori, piante grasse, varietà insolite di camelie e azalee, piante rampicanti, agrumi storici e ornamentali, piante commestibili e tantissime altre curiosità vegetali, capaci di ispirare tutti nella creazione di veri e propri Giardini d’Autore

Accanto ai vivai saranno chiamati i designer, gli architetti, i paesaggisti e gli artigiani per offrire al pubblico di Giardini d’Autore tante idee e spunti per ripensare e vivere gli spazi verdi. Il Parco Federico Fellini, location scelta per sviluppare il cuore della manifestazione, è un’area importante della città che racconta la sua storia e ne esprime il fascino intramontabile. Rilevante anche dal punto di vista paesaggistico: i giardini furono creati nel 1879, con una composizione informale di aiuole fiorite e alberi ad alto fusto e trasformati nel 1948 su progetto di Pietro Porcinai, architetto paesaggista di fama internazionale e fondatore di AIAPP. Del grande architetto si riconoscono soprattutto le piantumazioni nei giardini: lecci, pini di Aleppo e tamerici arbustive.

Parlando di paesaggio, e del valore del territorio, da marzo 2016, Giardini d’Autore valorizza il progetto “Terre di Piero della Francesca”. il grande maestro che ha tratto ispirazione nelle sue pitture dal Vedere dal vivo, attraversando i paesaggi che sono diventati scenario dei suoi quadri,   L’idea alla base del progetto “Terre di Piero” è offrire una full immersion nel mondo e ripercorrere le sue tappe tra le regioni e le signorie del suo tempo.

Per il pubblico che visiterà Giardini d’Autore a marzo 2016 sarà l’occasione di visitare l’affresco “Sigismondo Pandolfo Malatesta in preghiera davanti a San Sigismondo” al Tempio Malatestiano di Rimini, che si trova a breve distanza dalla manifestazione. E partendo da Rimini, per addentrarsi ancora di più nel paesaggio e nei territori interni si potranno scoprire i “I Balconi di Piero”:  con dei tour e visite nel Montefeltro, splendido paesaggio che si estende nell’entroterra della Provincia di Rimini, ai confini fra la Provincia di Pesaro e la Toscana che ha ispirato molti dei dipinti del maestro.