L’ultima frontiera della fragranza si rifà agli odori di casa e di ragù


Add to Flipboard Magazine.

raguDopo tutte le sfumature della sensualità arriva la fragranza rassicurante che sa di buono, come appunto gli odori di casa, di tessuti classici, di luoghi familiari e di città amate. E’ stato presentato a Firenze, a Pitti Fragranze, nientemeno che il primo ” profumo di ragù” (bollitura alla napoletana, di almeno otto ore).
L’artefice di questo rivoluzionario profumo è Gabriella Chieffo, ingegnere col pallino degli odori della sua città natale, Napoli, e cuoca appassionata che racconta “Si tratta di una fragranza speziata quanto basta per ricordarmi i weekend nella casa di Napoli, che iniziavano con la preparazione del ragù classico che deve cuoce molto lentamente fino alla fine dei pranzi della domenica. La casa il pomeriggio prende aria ma sprigiona aromi speziati, di convivialità e festa”
boutonniereno7_100ml_400x440-200x200Molti giovani e professionisti affermati nei settori più disparati decidono di diventare profumieri artigianali. Uno di questi è l’architetto Carlos Huber che restaura palazzi per farne flagship per Ralph Lauren. Rimanendo a contatto con molti “nasi”si confrontava sui vari odori ad esempio dei mattoni, degli intonaci e delle vernici del legno. Il restauro esalta e dà nuova vita al passato, così i profumi. La prima fragranza era un esperimento ideato prendendo spunto da un libro antico del ‘600 in cui era descritto l’incontro fra il re Sole e l’Infanta di Spagna. Nel testo venivano descritti nel dettaglio gli odori delle emozioni che Carlos Huber ha voluto ricopiare. Le vendite da Barneys andarono così bene che ha allargato la linea.

newimageVanno spruzzati sulla pelle, ma anche sugli abiti a cui si ispirano, rilanciando anche la vecchia abitudine del fazzoletto profumato nel taschino delle giacche da uomo, le nuove fragranze che si ispirano a cashmere, seta, velluto, tweed e perfino al latex, messe a punto da Palmiro Pèaquin ad Aosta. 68002Così anche gli svizzeri Lukas Lùscher, Serena Britos e Malvin Richard, rispettivamente grafico, etnobotanica e figlio d’arte che ispirandosi ai loro viaggi per la nostra ultima fragranza presentata a Pitti racchiude il mondo di Marrakech.
Anche Mariangela Rossi, giornalista, ha scelto di entrare nel mondo della profumeria producendo candele che emanano gli odori delle sue città più amate: Milano, Firenze e Portofino, e profumano anche da spente.

14 Responses to L’ultima frontiera della fragranza si rifà agli odori di casa e di ragù



Devi essere registrato per inviare un commento Entra o registrati