L’arte di far succedere le cose


Add to Flipboard Magazine.

C’è un modo per imparare a disegnare consapevolmente la propria vita. A rivelarlo è il formatore internazionale Daniel Lumera che, nel libro in uscita il 26 ottobre dal titolo ‘L’arte di far succedere le cose’ (Roi Edizioni), guida i lettori alla scoperta del funzionamento della mente, del subconscio e dei condizionamenti ai quali siamo sottoposti.

Docente nel postgrado in Leadership e sviluppo umano presso l’Università di Girona e direttore della Fondazione MyLifeDesign, Lumera spiega che “saper fare succedere le cose è un’abilità che dipende da specifiche conoscenze, linguaggi profondi, simbolici, nella maggioranza dei casi inconsapevoli. Il successo implica il coraggio di ascoltarsi in profondità, di scoprire quali sono le proprie esigenze più intime e poi di riuscire ad attivare un particolare tipo di volontà capace di renderle reali, fattive, concrete”.

Attraverso l’esplorazione di innovativi concetti, quali le cinque intelligenze (biologica, emotiva, mentale, artificiale e spirituale), i codici nascosti che influenzano il nostro comportamento, i giochi di potere e l’Economia del dono, questo libro offre una serie di tecniche e prospettive per vivere liberi e consapevoli, entrando in un nuovo paradigma dove creatività e intuizione possono cambiare intenzionalmente le regole del gioco”.

“Non si tratta di lasciare accadere, ma proprio di far avvenire ciò che si desidera, sia esso il trovare un partner, realizzare un desiderio, determinare una data situazione, riuscire a concretizzare un viaggio, un incontro, un’informazione o un contatto utile per…”, afferma Lumera.

“Esistono elementi apparentemente invisibili che rendono un individuo e le cose che fa unici e irripetibili. Questo qualcosa – sottolinea l’autore – è un codice personale, un insieme di informazioni inconsapevoli, di ‘segni’ che ci appartengono intimamente e che influenzano l’andamento della nostra esistenza. Questo codice si può scoprire, conoscere e trasformare convertendo il nostro destino (ovvero ciò che in apparenza facciamo oltre e al di fuori della nostra volontà) in una scelta consapevole, con tutta la responsabilità che ciò comporta. Disegnare la propria vita vuol dire scoprire le proprie esigenze e attivare un particolare tipo di volontà capace di realizzarle“.



Devi essere registrato per inviare un commento Entra o registrati