La città di Marino sposa il progetto scaccia crisi di Anima Mediterranea


Add to Flipboard Magazine.

Marino (Roma) – Si è tenuta martedì 30 aprile scorso la presentazione del progetto Anima Mediterranea volto alla promozione e diffusione delle eccellenze del territorio in ambito internazionale, importante occasione per favorire lo sviluppo economico e culturale della città di Marino.

All’evento erano presenti per l’Amministrazione comunale l’Assessore alle Attività Produttive Ada Santamaita che ha riferito le motivazioni che hanno spinto ad aderire, come istituzione, al progetto promosso da un’Associazione culturale no profit italiana con sede a Velletri creata da un team di giornalisti ed estimatori della bellezza più autentica che si dedicano alla divulgazione di quelle eccellenze artigianali tanto esclusive da rappresentare l’espressione più raffinata del “lusso”. Si tratta di una piattaforma multilingua, ricchissima di “bellezza” www.animamediterranea.eu che conterrà le categorie: Arte, Paesaggi e Territori, Mobili e Oggetti, Fiori e Piante, Gourmet e Style che racconteranno le diverse realtà fino a sfociare in un esclusivo e-shop internazionale declinato in più lingue o a un form di contatto per ciò che non può essere inserito. Sia i produttori che i prodotti dovranno corrispondere alle caratteristiche insite nella mission del progetto che contempla l’eccellenza e, per alcuni settori, l’unicità dei prodotti ma, in ogni caso, non sono incluse le realtà industriali e prodotti di largo consumo.

In sostanza sarà inglobato in “Anima Mediterranea” tutto ciò che corrisponderà alla più grande “bellezza” e all’assoluta esclusività.

La prima parte del progetto verrà diffusa on line mediante i giornali internazionali del gruppo LiberoReporter, i social ed altri media partner nel mondo. Sarà attuato poi un piano di comunicazione e marketing molto spinto, ma adeguato al target,  essenzialmente in quelle zone del mondo economicamente effervescenti quali ad esempio l’UK, il nord Europa, gli USA, il Brasile, il Canada, l’Australia, il Medio Oriente, la Russia, il Giappone, la Cina e i mercati emergenti africani.

Molto interessati i cittadini intervenuti appartenenti alle Associazioni di categoria e non solo: erano infatti presenti il Presidente della Gotto D’Oro ing. Luigi Caporicci, Mauro Gargano per l’Azienda l’Oro delle Donne, Guglielmo Schiaffini per la Coldiretti di Marino, Fabio Martella per l’Associazione Artigiani “Z. Negroni”, Marina Funghi per l’Accademia Castrimeniense e Diego Gentili per l’Accademia della Arti dei Castelli Romani, gli artisti Paolo Marazzi e Stefano Piali, gli architetti Terribili e Batocchi dello Studio DUETI, Emiliano Fabi per il design,  Venanzio Sagratella per il Consorzio Ciambella al Mosto, la Biscotteria Sulima, i fabbri Perciballi, Marrocco, Anellucci, Armini Le tapissier, Marco Fabi per il Museo diffuso del vino e Cantina Fabi e tante altre maestranze del territorio.



Devi essere registrato per inviare un commento Entra o registrati